Ti trovi in:

Home » Territorio » Luoghi e punti di interesse » Cosa puoi visitare » La Chiesa di S.Valentino di Noarna

La Chiesa di S.Valentino di Noarna

di Lunedì, 07 Aprile 2014

La Chiesa, posta all'inizio del paese di Noarna, salendo da Molini, è dedicata a San Valentino. Risale al 1636, fu ricostruita nel 1708 e benedetta nel 1728, ampliata tra il 1859 e il 1862 e restaurata recentemente (1973-1974).

La costruzione è molto semplice, con un'architettura classica e una cappella ottagonale dedicata alla Madonna Addolorata. La facciata ha un portale e capitello in pietra, due finestre, una a semicerchio ed una ottagonale. Sopra gli stipiti dell'ingresso si vede uno stemma vescovile con la scitta "A Deo gratia ed pax" (da Dio la grazia e la pace). Accanto al presbiterio c'è la Sacrestia.
Sull'arco che separa la navata dall'abside, racchiuse in una decorazione, sono incise le parole "D.O.M. - Divo S.Valentino - Dicatum - 1728" (Al Signore ottimo e massimo - A S.Valentino - dedicato 1728).
La pala dell'altare maggiore (olio su tela di autore ignoto) raffigura la Madonna con Gesù Bambino ed i Santi Valentino e Antonio da Padova. L'altare maggiore, risalente al secolo XVIII, è in marmo policromo, opera dei maestri marmisti di Castione. Il tabernacolo è invece in marmo di Carrara, dono degli abitanti di Noarna in memoria dei Caduti della Prima guerra mondiale. Alla destra dell'altare si trova una scultura in stucco raffigurante S.Antonio da Padova, mentre sulla sinistra vi è una statua di S.Valentino in stucco patinato, sempre opera dei maestri castionesi. La luce attraversa due belle finestre semicircolari a vetri policromi.
Nella navata troviamo quattro finestre semicircolari a spicchi. Ogni spicchio è decorato e, al centro, ha un medaglione con decorazioni sacre. Nei quattro spicchi sono riportate le scritte latine "Domus orationis" (casa della preghiera) e "Haec domus mea" (questa è la mia casa). Altri medaglioni con decorazioni si trovano anche nella navata.
Al lato destro della navata troviamo la cappella ottagonale dedicata alla Madonna Addolorata (festeggiata solennemente in settembre). In alto la scritta "Alla Regina dei Martiri dei SS.Rocco e Sebastiano - I Noarnesi - Salvi dal colera - nel 1855 per voto". Infatti tale cappella fu costruita in seguito al voto dei noarnesi effettuato durante l'epidemia di colera della metà del 1800. La statua della Madonna Addolorata è realizzata dallo scultore Pettena ed è in legno policromo. Un piccolo particolare: questa Vergine ha il cuore trafitto da una sola spada invece che sette come nelle altre statue di Madonne; la statua sembra quindi riassumere in un'unica sofferenza tutti i sette dolori della Madonna.
Ai lati dell'altare si notano le statue di S.Rocco in gesso monocromo bianco (datata 1955) e S.Sebastiano, sempre opere di Pettena.

Tipologia di luogo
Collocazione geografica